Come si manifesta il cambiamento climatico in Piemonte?

    A cura di di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Arpa Piemonte)

    Il territorio piemontese, così complesso per la sua specificità orografica, che alterna zone pianeggianti a realtà collinari e montane, circondato su tre lati dall’ambiente alpino, con una articolata rete idrografica che lo attraversa, non così lontano dal mare da non risentirne dell’influenza, anche indirettamente, è di conseguenza caratterizzato da una importante complessità meteorologica e climatica. Vista questa complessità fisica, come si colloca il Piemonte nel contesto generale del cambiamento climatico descritto a livello globale dall’ultimo rapporto sul clima del Panel Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC)?

    Ripercussioni del cambiamento climatico sulla viticoltura piemontese

    A cura di di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Le proiezioni sull'andamento del clima in Piemonte illustrate da Loglisci e Barbarino in questo numero di Politiche Piemonte confermano il trend individuato nel V rapporto dell’IPCC, indicando per i decenni a venire un aumento delle temperature e dei periodi siccitosi, unito a una maggiore variabilità climatica, una maggiore frequenza di eventi estremi e una diminuzione degli accumuli nevosi alpini. Le trasformazioni connesse con questi cambiamenti sono già oggi percepibili tanto nella società quanto nell’economia. Il settore agricolo, in particolare, è probabile che venga messo a dura prova.

    Gli effetti del cambiamento climatico sulla salute

    A cura di di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.(Arpa Piemonte), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Intesa S. Paolo)

    Il riscaldamento globale e i cambiamenti indotti sul sistema climatico sono in grado di modificare le condizioni di salute della popolazione e di tutti gli esseri viventi, sia in modo diretto, per effetto degli estremi climatici, come le ondate di caldo, sia indirettamente, influendo sui determinanti ambientali come la qualità dell’aria, l’integrità dei servizi ecosistemici, la disponibilità e sicurezza idropotabile e alimentare. Un aspetto globale particolarmente rilevante è la diffusione di malattie da vettori in zone non interessate fino a oggi, come la malaria, la febbre del dengue e molte altre, il cui ciclo di vita e la capacità riproduttiva sono influenzate positivamente dal cambiamento climatico.

    Il Piemonte e il Cambiamento climatico

    A cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Regione Piemonte)

    Negli ultimi anni si sono intensificati i movimenti e le manifestazioni che chiedono azioni rapide e concrete di contrasto al cambiamento climatico. Soprattutto i giovani avvertono che ad essere a rischio è il proprio futuro oltre a quello del pianeta e chiedono con forza delle risposte alla politica. Richieste che la Regione Piemonte non vuole lasciare cadere nel vuoto cominciando ad “attrezzarsi” per concorrere al contenimento dell’innalzamento della temperatura del pianeta

    Il processo per la definizione di un piano di adattamento nell'area urbana di Torino

    A cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Città di Torino)

    Secondo l’ultimo rapporto delle Nazioni Unite è stato certificato che dallo scorso anno (2018) la percentuale della popolazione urbana supera quella della popolazione rurale anche nei Paesi meno sviluppati. Questo trend, destinato a salire, pone le città al centro dei temi legati allo sviluppo sostenibile e ad altre sfide globali tra cui i cambiamenti climatici e, quindi, risultano essere gli attori prediletti nell’elaborazione di strategie di adattamento e resilienza.

    Editoriale NR. 54 - Come va il Piemonte

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Ires Piemonte

    Politiche Piemonte ritorna con il consueto appuntamento dedicato alla situazione sociale ed economica del Piemonte: il numero Come va il Piemonte. Nell'editoriale dell'anno scorso diceva che si stava rimontando la china. Quest’anno si può dire che la china, nel 2017, è stata rimontata ma deve ora essere consolidata: centrali sono i prossimi mesi del 2018.

    Le pressioni sull’ambiente in Piemonte

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Arpa Piemonte

    La conoscenza dello stato dell’ambiente è sempre più percepita dalla collettività come un’esigenza prioritaria. La normativa richiede che i dati ambientali vengano opportunamente diffusi e Arpa Piemonte, attraverso la Relazione sullo stato dell’ambiente, mette a disposizione di tutti le informazioni prodotte.

    La qualità dell’Ambiente in Piemonte

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Arpa Piemonte

    La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, in applicazione dell’Agenda 2030 dell’Onu e dei suoi 17 Obiettivi, è stata definitivamente approvata dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) il 22 dicembre 2017.

     

    Copyright © 2018 Politiche Piemonte. Tutti i diritti riservati.