La governance dei servizi territoriali in Piemonte alla prova dei fatti

    di Gabriella Viberti (IRES Piemonte), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Settore Sanitaria e Socio Sanitaria Territoriale, Direzione Sanità, Regione Piemonte)

    Introduzione

    L'invecchiamento della popolazione, con le modifiche epidemiologiche che porta con sè (il 30 % di italiani con patologie croniche – 18 milioni – consuma il 70 % delle risorse del Servizio sanitario nazionale), delinea nuovi scenari "dirompenti" per i servizi socio sanitari, che richiedono un' attenzione prevalente alla presa in carico e alla cura di pazienti cronici, fragili, non autosufficienti: si tratta di una sfida che il servizio sanitario nazionale deve essere in grado di cogliere, pena la sua sopravvivenza.

    La razionalizzazione della rete ospedaliera piemontese: un complesso processo di cambiamento

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (IRES Piemonte), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Consulente organizzativo in sanità), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Consulente organizzativo in sanità), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Agenas)

    Introduzione

    La relazione tra tempo, inteso come "momento per", e cambiamento ha affascinato larga parte della letteratura organizzativa e non solo. L'evoluzione nel suo senso più ampio si realizza contemperando lunghi periodi di lento cambiamento incrementale segnati da brevi periodi di cambiamento rivoluzionario e discontinuo.

    Quali obiettivi per migliorare l'efficacia e l'efficienza del sistema sanitario?

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche - Università di Torino)

    Introduzione

    Le aziende sanitarie, sono aziende e non imprese, e come tali non presentano gli stessi requisiti di quelle strutture produttive che vendono o erogano prodotti e servizi per il mercato. La differenza terminologica non è solo semantica ma è sostanziale.

    EDITORIALE N.38 - Il governo del sistema sanitario piemontese

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (IRES Piemonte)

     

    In una nota dell' estate 2015 l'Assessore piemontese alla Sanità riassume le principali tappe dell'anno trascorso sul versante della programmazione sanitaria regionale. Sono tappe che si ritrovano facilmente come filo conduttore del presente Numero di Politiche Piemonte, dedicato alle Politiche Sanitarie e sono del tutto congruenti ai contenuti espressi.

    Call center e stress lavoro correlato: i principali risultati di una ricerca

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Docente di Psicologia Università di Torino e di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    1. Premessa: lo stress lavoro correlato

    "Stress" è oggi una parola sulla bocca di tutti. Anche in campo scientifico, dopo esser stato studiato da medici e fisiologi, è diventato uno degli argomenti di cui si sono largamente occupati psicologi, sociologi, consulenti aziendali. Infine, anche i sindacalisti, gli imprenditori e i politici vi hanno dedicato la loro attenzione, come risulta dall'Accordo Europeo dell'8 ottobre 2004, firmato a Bruxelles sia dai sindacati che dalle organizzazioni imprenditoriali. Tale accordo è importante perché ha cercato di mettere a punto, forse per la prima volta, il concetto di "stress lavoro-correlato".

    Il disagio psichico dei lavoratori precari in Piemonte. una ricerca sul campo

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Responsabile settore ricerca Cooperativa Solaris

    1. Introduzione

    I problemi dell'economia che interessano da anni i Paesi industrializzati hanno acuito, in Italia, una situazione di crisi che si può ormai definire strutturale, espandendo la condizione di precariato lavorativo che interessa milioni di lavoratori.

    In Piemonte, interessato da oltre un quarto di secolo dalla crisi economica, il precariato lavorativo è l'ultimo fenomeno che si affianca a quelli ascrivibili alla condizione di sofferenza occupazionale che coinvolge quote statisticamente rilevanti di suoi abitanti che vivono in situazioni di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità.

     

    Disoccupazione e salute in Piemonte

    di Angelo d'Errico - ASL TO3 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.(2) Università degli Studi di Torino

    1. Introduzione

    Il lavoro è considerato un elemento centrale nella vita delle persone, sia perché generalmente è la loro principale fonte di reddito, sia perché svolge un ruolo essenziale nel determinare lo stato socioeconomico dell'individuo, che a sua volta è stato identificato come uno dei più importanti determinanti della salute e delle disuguaglianze di salute (Marmot, 2005).

    Fin dai tempi della Grande Depressione, una notevole mole di studi ha esaminato l'impatto della disoccupazione sulla salute, evidenziando eccessi di morbosità e mortalità per varie patologie a carico dei disoccupati.

     

    Lavoro, non lavoro e salute

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Economista Sanitaria

    1. Le caratteristiche e le dimensioni del problema(1)

    La salute, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresenta "...non soltanto l'assenza di malattia o infermità, ma piuttosto uno stato di benessere fisico, mentale e sociale...". Con questa definizione si ribadisce l'importanza del benessere psicologico in uno stato di buona salute fisica dell'individuo: senza benessere psicologico e salute mentale non può esistere benessere fisico. In questo contesto è ormai acquisita la consapevolezza dell'enorme estensione del fenomeno della sofferenza mentale, che si ripercuote sulla qualità della vita delle persone e delle loro famiglie e impone elevati costi, diretti e indiretti, alla società.

     

    Copyright © 2018 Politiche Piemonte. Tutti i diritti riservati.